Lo strano caso di Di Maio

Il re si è rivestito! Un tempo era nudo, anche se tutti facevano finta di vederlo agghindato con stoffe preziose, ma oggi si è rivestito con la giacchetta del Masaniello contemporaneo. Masaniello è crisciut’, Masaniello è turnat’, Je sò pazz, Je sò pazzo direbbe Pino Daniele a proposito di Di Maio. Già, perché il Luigino di Pomigliano sembra, non solo essere uscito dalla leadership del M5S, ma anche dal Governo di cui è parte dal 2018. È singolare che un Vicepremier prima e Ministro degli Esteri poi, durante il Governo che egli ha rappresentato e rappresenta ancora, dia un allarme alle piazze contro la “Restaurazione” legata al rischio di naufragio del progetto di legge contenente la questione della prescrizione e al ritorno dalla finestra dei vitalizi dei Senatori.

https://www.corriere.it/politica/20_febbraio_05/prescrizione-vitalizi-maio-tutti-piazza-contro-restaurazione-a14fffaa-4808-11ea-9387-c272ba1d511e.shtml

Giggino, notoriamente un po’ debole in geografia, forse si è ricordato che il termine “Restaurazione” è legato alle deposizione di Napoleone Bonaparte. Dunque, o si sta identificando nell’Imperatore deposto o in uno dei tre tra Danton, Marat e Robespierre che però ai tempi di Napoleone erano già stati disintegrati dalla storia. Di fatto resta il dubbio: ma se da due anni Di Maio governa il Paese, con chi se la sta prendendo, aizzando le piazze? Forse si sta scagliando contro i suoi alleati di oggi e di ieri? Forse sta additando le oscure forze all’interno del Movimento come il male restauratore? Oppure sta  inscenando l’Editto di Franceschiello della Real Marina Borbonica: All’ordine “facite ammuina” tutti chilli che stanno a prora, vann’ a poppa e chill che stann’ a poppa vann’ a prora; ecc.?

A proposito di ammuina e di vitalizi, Di Maio ha dichiarato che «C’è una commissione che sta ricevendo 700 ricorsi di senatori che, poverini, rivogliono il vitalizio. E chi c’è a capo della commissione? Il senatore Caliendo, che, se quella commissione accoglie i ricorsi, avrà il vitalizio quando smetterà di fare il senatore. Cioè una persona totalmente in conflitto di interessi». Non so chi sia questo Senatore Caliendo, ma so molto bene chi è Roberto Fico. Da un articolo su Il Tempo

https://www.iltempo.it/politica/2020/01/05/news/roberto-fico-concorso-annullato-camera-dei-deputati-montecitorio-conflitto-di-interessi-m5s-meloni-bisignani-1262417/

pare che il Presidente della Camera dei Deputati abbia bandito un concorsone per funzionari interni, in barba alla scarsa produttività di numerosi parlamentari e del taglio dei costi auspicato dal suo ex capo politico. Non solo, ma secondo l’articolo, Fico sarebbe anche il Presidente della Commissione esaminatrice del mega concorso, al quale parteciperebbero un cospicuo numero di deputati del M5S in odore di ritorno alla realtà, ma quella reale di tutti i giorni dalla prossima legislatura. Ma, come si sa, per Il Masaniello Di Maio il conflitto di interessi è sempre altrove.

Masaniello è crisciut’, Masaniello è turnat’…

Rispondi